L'anima del territorio

La cultura di un territorio e della comunità che lo abita sono fortemente legati alle tradizioni enogastronomiche del luogo, che rappresentano le radici legate alla quotidianità e all'antico "saper fare" che intrecciano l’uomo e la terra.
prodotti tipici di un territorio raccontano del luogo molto più di quanto si pensi: parlano della geografia del contesto locale, della fatica spesa a coltivare, delle ore trascorse a contatto con la natura e per predisporre le preparazioni di "sapore" che vengono servite poi a "tavola".
Ma non solo. I piatti che nascono da quei prodotti hanno la capacità di portare alla luce antichi sapori, sapori che scandiscono tempi e definiscono tradizioni. Il calendario della vita sociale dei borghi infatti è attraversato da feste e manifestazioni tradizionali che sempre portano con loro uno stretto legame con il cibo: non c’è festa o evento che non abbia un piatto che lo caratterizza, non c’è giorno particolare che non abbia un sapore a definirlo, a fissarlo nel tempo.
Il cibo però non definisce un territorio solamente in occasione di particolari eventi, ma attraversa la quotidianità della sua comunità, ogni giorno, rendendone unici i sapori, gli odori e i gesti legati alla produzione e all’uso dei prodotti.
Cucinare, preparare il cibo, è dunque ripercorrere la storia di una comunità e del suo territorio.
Un luogo, quindi, per raccontarsi ha bisogno anche del linguaggio del cibo, un linguaggio che lascia emergere le sue radici e, nello stesso tempo, la vita quotidiana delle persone che lo vivono.
Il cibo è dunque “l’anima del territorio”.

Nell'allegato che segue potrete scoprire i ristoranti di Santu Lussurgiu che hanno aderito al circuito "Anima del Territorio", proponendo alcuni dei loro piatti con prodotti tipici della tradizione culinaria lussurgese.  

I nostri piatti